Indiana Jones è esistito davvero: ecco la sua storia

Indiana Jones è realmente esistito: ecco la sua incredibile storia

Altro che leggenda e personaggio inventato a tavolino: Indiana Jones è esistito davvero e al cinema sta arrivando un film che racconta la sua storia. Mentre Harrison Ford si prepara a girare il quinto capitolo della saga dedicata all’esploratore, ad Hollywood è stato realizzato un film che racconta le avventure del vero Indiana Jones, l’inglese Percy Harrison Fawcett.

Il film si intitola “The lost city of Z” e ripercorre le avventure dell’esploratore del XX secolo alla ricerca di una civiltà nascosta nella foresta dell’Amazzonia. La storia di quest’uomo è tanto straordinaria quanto tragica. Era il 1925 quando Fawcett scomparve nella giungla brasilana, sicuro che lì avrebbe trovato una città perduta, con tesori e misteri, denominata Z.

Nato nel 1867 nel Devon, Fawcett realizzò una carriera brillante nell’esercito, diventando un esponente dei servizi segreti, a causa di un padre aristocratico che aveva dilapidato tutta la sua fortuna in gioco e alcol. Affascinato dalle storie degli esploratori, Fawcett era convinto che solo la foresta Amazzonica fosse rimasta ancora vergine e con misteri da scoprire.

Nel 1906 svolse la sua prima esplorazione per il Royal Geographical Society, raccontando di aver ucciso un’anaconda di 19 metri, scoperto cani con due nasi e ragni giganti velenosi. Viaggiava sempre con uno zaino in cui teneva la bussola, il sestante, il cronometro e dei regali per gli indigeni. Nel 1925 tornò in Amazzonia per l’ultima spedizione, dove qualche tempo prima si era fermato a causa dello scoppio della Prima Guerra Mondiale che l’aveva spinto ad arruolarsi.

Insieme a lui Raleigh Rimmell, suo amico ed esploratore, il figlio Jack di 20 anni e due tuttofare. Nell’ultima lettera indirizzata alla moglie Nina, Fawcett scriveva chiedendo di non inviare nessuna spedizione se non fosse più tornato: “Se non ci riesco io che conosco questa foresta – si legge nella missiva – non ci riuscirà nessun altro”. Poco dopo scomparve per non fare più.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti