Mangeremo Grilli, larve ed insetti

In futuro cosa mangeremo e per quale ragione? Scopri le scioccanti previsioni degli esperti

Fonte: Pixabay

Gli scienziati continuano a sostenerlo: in futuro l’essere umano si nutrirà quasi esclusivamente d’insetti. Nello specifico potremmo consumare gran quantità di larve, insetti ma sopratutto grilli. La ragione fondamentale sta nel fatto che in questo modo si ridurrà l’emissione di gas serra, in genere prodotti dagli allevamenti intensivi di bestiame.

Inoltre per produrre un chilo di grilli da usufruire come alimento si consuma all’incirca 1 litro d’acqua mentre se ne consumano 15 mila per ottenere la stessa quantità di carne di bovino. Secondo uno studio scozzese basterebbe dimezzare il consumo di carne, sostituendolo con quello di grilli e larve, per ridurre di un terzo l’effetto serra e lo sfruttamento dei campi agricoli.

Lo studio

I dati base sono stati forniti dalla FAO. Ad analizzarli e sviluppare l’interessante studio sono stati i ricercatori dell’Università di Edimburgo. La ricerca è stata poi pubblicata sulla rivista Global Food Security. I ricercatori credono che bisognerebbe superare la ripugnanza iniziale nel vedersi serviti e conditi in un piatto degli insetti. Questo perché un minimo di incremento del consumo di grilli o altro comporterebbe notevoli benefici per quanto riguarda l’ambiente.

La carne anche se preparata in laboratorio risulta sempre meno eco sostenibile. La Addento sta avviando già delle sperimentazioni a riguardo. Infatti ha prodotto la prima farina di grilli. Altre aziende stanno per lanciare invece la farina di scarafaggio.  Anche dal punto di vista dei valori nutrizionali i grilli rappresentano una validissima alternativa. Sono ricchi di proteine, Omega 3 e vitamine B12.

Non solo insetti

L’arte culinaria del futuro prevede dunque diverse sorprese. Non sono però i soli insetti ad essere i protagonisti di questo cambiamento. A tal proposito il Dipartimento di Nutrizione e scienze alimentari dell’Università del Maryland ha avviato una collaborazione con Mi Green Food. Insieme stanno lanciando sul mercato alimenti a base di alghe e hanno concepito i cosiddetti micro ortaggi, vera rivoluzione del settore.

Per quanto riguarda le alghe addirittura non c’è bisogno di null’altro se non del sole. Si sono occupati di ciò per adesso  Seamore Food e New Wave Foods. La prima ad Amsterdam ha immesso sul mercato alimentare del bacon alle alghe di mare.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti