"Sei tu in questa foto?" il nuovo virus su Facebook

“Sei tu in questa foto?”: ecco il nuovo terribile virus che viaggia su Facebook

I virus viaggiano su Facebook dove da qualche tempo è arrivato un nuovo malware che sta facendo non pochi danni agli utenti. “Sei tu in questa foto?” si legge in un messaggio che arriva sulla chat e, quando il malcapitato clicca sul link, infetta il proprio pc o lo smartphone con un virus.

A rivelarlo è la Polizia di Stato tramite il profilo Facebook, “Una vita da social”. “Sei tu in questa foto?, – scrivono in un messaggio -. Attenzione al virus su facebook. Il virus in questione si diffonde tramite un messaggio ingannevole: “Sei tu in questa foto?”. Non apritelo!”.

Come spiega la Polizia di Stato infatti il messaggio è decisamente ingannevole perché inviato proprio dagli amici di Facebook e, ad una prima occhiata, il link sembra indirizzare ad un video di Youtube che ci invitano a vedere. In realtà si tratta di una trappola che fa leva anche sulla curiosità degli utenti che, senza sapere ciò che fanno, cliccano sul link provocando gravi danni.

“Sembrerà un normale messaggio ricevuto da uno dei vostri contatti – si legge sul profilo Facebook di “Una vita da social” – che rimanderebbe a un innocente link di Youtube. In realtà, è una trappola utilizzata per invogliare gli utenti a cliccare. Basta un click e il virus si diffonderà ai vostri contatti attraverso il vostro account”.

L’unico modo per evitare di essere infettati dal virus è quello di non cliccare sul link e cancellare il messaggio, magari anche informando chi ce lo ha inviato. In questo modo anche lui potrà sapere qualche rischio corre. “Se il virus non vuoi beccare sul link NON devi cliccare” concludono dalla Polizia di Stato.

Non è la prima volta che su Facebook viene segnalato un virus di questo tipo. Qualche tempo fa lo stesso malware veniva veicolato utilizzando una foto, ma con gli stessi prevedibili risultati. La regola principale, come sempre, è quella di non cliccare su link che non si conoscono e non sono sicuri, anche se provengono dai nostri contatti.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti