Vittima di bullismo, crea app per trovare amici con cui sedersi a mensa

Natalie Hampton, 16enne ex vittima di bullismo, ha ideato”Sit with us” app che aiuta i ragazzi emarginati, permettendo loro di mettersi in contatto e trovare compagnia

Natalie Hampton è una 16enne californiana di Sherman Oaks , ex vittima di bullismo nella scuola femminile di Los Angeles che frequentava. Natalie era stata presa di mira da un gruppo di “mean girls”, che la bullizzavano, escludevano, prendevano in giro e minacciavano anche fisicamente.

La ragazza aveva smesso di mangiare e di studiare e si era chiusa in se stessa. L’ha salvata sua madre, che l’ha ritirata e iscritta in una nuova scuola dove Natalie è riuscita a integrarsi e a farsi nuovi amici.

Non ha però dimenticato la brutta esperienza vissuta e ha deciso di fare qualcosa per aiutare tutti i ragazzi che sono, o sono stati, emarginati e maltrattati come lei. E soprattutto, si sono ritrovati innumerevoli volte seduti soli in mensa. Ha così ideato “Sit with us”, ovvero “Siedi con noi” app che serve a mettere in contatto questi ragazzi, integrandoli in una comunità consolidata e di aiuto.

Quando entri nella sala da pranzo e vedi tutti quei tavoli occupati, e sai che se ti siedi con loro finiranno per prenderti in giro, ti senti estremamente sola in più sai che troverai un posto da sola sarai ugualmente in imbarazzo perché gli altri ti indicheranno come “la ragazza che non sa dove sedersi”.

L’app consente e chi lo desidera di diventare “ambassador” e invitare altri studenti al proprio tavolo. E permette di creare delle “open lunches”, cioè dei “pranzi aperti“. Chi è alla ricerca di un tavolo dove sedersi può aderire a questi tavoli aperti, ed essere sicuro che non verrà rifiutato

Natalie ha lanciato la sua app lo scorso 9 settembre e ha già avuto buoni feedback: nella sua scuola hanno già cominciato ad usarla.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti